barralunga

REES Marche

RSS logo

Calendario

    Beni comuni

    Finanza Killer

    Lo spettacolo, scritto da Fabrizio De Giovanni e Ercole Ongaro (membro del Comitato Etico di Banca Etica), affronta in modo critico l’evoluzione del sistema bancario italiano, con particolare riguardo al passaggio dal modello pubblico di banca ad un modello privato, attraverso la riforma del 1993 che in Italia spalancò le porte all’attività speculativa delle
    banche.
    6 novembre 2013 - Redazione Rees Marche

    COMUNICATO  STAMPA
     
    In occasione del Premio Letterario Nazionale “Paolo Volponi” - X Edizione
    La Regione Marche, la Provincia di Fermo, il Comune di Sant’Elpidio a Mare (FM)
    e ITINERARIA TEATRO
    presentano

    Spettacolo FINANZA KILLER 20 Novembre Sant'Elpidio a Mare.jpg


     
    FINANZA KILLER
    Non con i nostri soldi
     
    Mercoledì 20 Novembre ore 21.15
     
    Teatro "LUIGI CICCONI", Corso Baccio
    SANT’ELPIDIO A MARE (FM)
     
    INGRESSO LIBERO


     
     
     
    con Fabrizio De Giovanni  
    Regia Dario Fo e Felice Cappa
    Allestimenti tecnici e scenografici Maria Chiara Di Marco
    Luci Eliel Ferreira
    Testo Ercole Ongaro e Fabrizio De Giovanni
     
     
    Per interviste e foto in alta risoluzione contattare:
    Ufficio Stampa  
    Maria Chiara Di Marco
    Cell. 349.5526583
    mail: dimarco@itineraria.it

     

    FINANZA KILLER - Non con i nostri soldi


     
    Lo spettacolo, scritto da Fabrizio De Giovanni e Ercole Ongaro (membro del Comitato Etico di Banca Etica), affronta in modo critico l’evoluzione del sistema bancario italiano, con particolare riguardo al passaggio dal modello pubblico di banca ad un modello privato, attraverso la riforma del 1993 che in Italia spalancò le porte all’attività speculativa delle
    banche.  


    Vi si affrontano i temi della crisi finanziaria mondiale, dei mutui subprime, dei derivati, dei titoli tossici, dei paradisi fiscali, del sistema bancario ombra, dei debiti sovrani; si prospetta la soluzione in un nuovo sistema finanziario ispirato ai principi e ai valori della finanza etica, così che sia stroncata la speculazione che  - con i nostri soldi - la finanza attuale fa
    sul cibo, sulla terra (“land grabbing”), sulla produzione e il commercio delle armi (“banche armate”).
     
    L’obiettivo dello spettacolo è quello di informare il pubblico, permettendogli di capire come siamo giunti nella condizione in cui ci troviamo, ma soprattutto cosa sia possibile fare, anche individualmente, per uscirne. Uno spettacolo per dire no alla finanza predatrice e per sostenere una finanza etica, rispettosa della vita della natura e delle persone.  
     
    Come scrive l’economista Andrea Baranes nella prefazione allo spettacolo: “Il testo scritto da Ercole Ongaro e Fabrizio De Giovanni permette, in maniera semplice e divertente, di far riflettere sulle trasformazioni occorse nella società, e prima ancora di capire come potremmo intervenire per dare il nostro contributo nell'auspicato cambio di rotta”.
     
    ITINERARIA TEATRO
    La Compagnia teatrale ITINERARIA, nata nel 1994 a Cologno Monzese, produce e realizza spettacoli teatrali a livello nazionale dando vita annualmente a oltre cento rappresentazioni in varie regioni d’Italia, in collaborazione con Amministrazioni comunali e provinciali, Scuole, Università,  O.N.G. e Associazioni culturali. 


    Fin dal suo esordio, ITINERARIA TEATRO ha concentrato le proprie produzioni sul filone del Teatro Civile. “Voci dalla Shoah”, un recital che raccoglie le testimonianze di Goti Bauer, Liliana Segre e Nedo Fiano, sopravvissuti del campo di sterminio di Auschwitz, apre la strada alle successive produzioni del filone storico: “Dove è nata la nostra Costituzione” che intreccia le biografie di quattro padri costituenti con gli eventi che portarono alla nascita della nostra carta fondamentale;  “La vergogna e la memoria” che affronta il periodo  che va dalla genesi del fascismo alla lotta di Resistenza;  “Mia terra, patria mia” che ancora una volta dà voce a chi voce non ha, affrontando la situazione
    Palestinese.
     
    “H2Oro – l’acqua un diritto dell’umanità”, spettacolo sul tema del diritto all’acqua, ha segnato una svolta nella modalità teatrale della Compagnia, con una messinscena a metà tra il teatro civile e l’inchiesta giornalistica, in cui la varietà dei linguaggi e degli strumenti porta lo spettatore a prendere coscienza della situazione indignandosi e al contempo
    divertendosi. 

    Sulla scia di “H2oro” sono nati poi “Q.B. Quanto Basta” sulla riduzione dei consumi e la tutela dell’ambiente, “Identità di carta” sul razzismo e la condizione dei migranti, “Tre con una mano sola” sulla biografia del pittore Bruno Carati, tetraplegico che senza l’uso delle mani e delle gambe giuda la propria automobile, incredibile a dirsi, con la bocca, “Stupefatto” sull’abuso delle droghe tra i giovani e non solo, fino a “Finanza Killer” sul tema della crisi finanziaria mondiale.
     
     
     
     
    Nel 1998 e nel 2006 l’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha voluto sottolineare l'impegno civile e sociale di ITINERARIA premiando la Compagnia teatrale con una targa d'argento.  Nel 2013 il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha premiato, con una Medaglia, ITINERARIA TEATRO per l’alto valore culturale e sociale dello spettacolo
    “Stupefatto”.
     
     
    Fabrizio De Giovanni


    Nel 1991 prende parte con la Compagnia teatrale di Dario Fo e Franca Rame a “Parliamo di donne” e nel 1998 a “Marino libero! Marino è innocente!”, spettacolo per la riapertura del Caso Sofri. Dal 2005 a oggi ha collaborato a tutte le nuove produzioni di Dario Fo sui Maestri del Rinascimento e alla nuova edizione del “Mistero Buffo” che ha girato l’Italia nella stagione 2011/2012.


    E’ tra i fondatori della Compagnia teatrale ITINERARIA con la quale ha preso parte, dal 1994, a tutti gli spettacoli prodotti.  
    Dal 2000 presta la voce alle marionette della storica Compagnia Carlo Colla e figli di Milano. In RAI, nel 2005, ha partecipato alle registrazioni della trasmissione di Raidue “Il teatro in Italia” con Dario Fo e Giorgio Albertazzi.  
    E’ interprete e, con Ercole Ongaro, autore di “H2Oro”, “Q.B. Quanto Basta”, “Identità di carta” e “Finanza Killer”. Nel poco tempo libero si dedica alla cura della sua vigna sui colli piacentini e alla gestione della residenza artistica “Il Piantone” che ospita Compagnie teatrali e singoli avventori in un piccolo podere dell’alta Val Tidone.

    Allegati

    • FINANZA KILLER (150 Kb - Formato pdf)
      Scheda spettacolo.pdf

      PDF logo

      Esistono molti programmi liberi per leggere e scrivere documenti PDF.
      Questi programmi rispettano le basilari libertà di usare, studiare, ridistribuire e migliorare il software.
      Del formato PDF ne esistono varie versioni, ma in generale casi può considerarsi uno Standard Aperto.
      Maggiori informazioni... ( http://pdfreaders.org/index.it.html)

      Il software libero è una scelta etica e per questo consigliamo il sito http://pdfreaders.org/index.it.html
      per scaricare il lettore PDF più oportuno per il vostro sistema.

      Per salvare il documento basta cliccare sul link del titolo con il tasto destro
      del mouse e selezionare il comando "Salva oggetto o destinazione con nome" (PC),
      oppure cliccare tenendo premuto Ctrl + tasto Mela e scegliere "Salva collegamento come" (Macintosh).

    Sito realizzato con PhPeace 2.5.9

    PhPeace è software libero, e ognuno è libero di ridistribuirlo secondo le condizioni dellaLicenza GNU GPL

    A meno di avvisi di particolari (articoli con diritti riservati) il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato.

    validateXHTMLcclvalidateCSS

    Segnala eventuali errori al WebMaster | RSS logo