barralunga

REES Marche

RSS logo

Calendario

    Beni comuni

    Scuola delle Alternative

    Progetto del "Gruppo Formazione" Rees Marche

    Premessa

    "il potere è divenuto un potere consumistico, infinitamente più efficace nell’imporre la propria volontà che qualsiasi altro potere al mondo. La persuasione a seguire una concezione edonistica della vita ridicolizza ogni precedente sforzo autoritario di persuasione" P. Pasolini 1975

    Il progetto di emancipazione dell’Illuminismo, la costruzione di una società autonoma e egualitaria, è fallito e si è trasformato nell’attuale, trionfante, arrogante dittatura del Mercato globale. Si parla sempre più della crisi ambientale e della miseria di tanta parte del pianeta, si riconosce che sono legati al modello di consumo e di vita dell’Occidente, ma l’impegno a cambiare concretamente sembra confinato al tentativo di una nicchia. Come superare il piano delle pratiche individuali e comunicare ciò che per noi è importante? Come articolare una proposta di società che sia capace di avere forza politica e a trovare i consensi necessari per provare davvero a fermare dinamiche che ci appaiono totalmente insensate e distruttive? Il progetto della decrescita - la costruzione di una società alternativa, giusta ed autonoma, basata su una diversa economia e su relazioni diverse tra le persone e tra le persone e l’ambiente - può prendere forma solo a partire da una riflessione sul sé, sulla nostra condizione storica di soggetti di un mondo dominato dalla globalizzazione economica e dal pensiero unico. Dobbiamo arrivare ad una nuova ecologia dell’ambiente, ma anche e soprattutto della mente.

    da Decrescita.it

    Feed Rss

    News ed articoli dalle Aree Tematiche e dai GAS

    Sito realizzato con PhPeace 2.5.9

    PhPeace è software libero, e ognuno è libero di ridistribuirlo secondo le condizioni dellaLicenza GNU GPL

    A meno di avvisi di particolari (articoli con diritti riservati) il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato.

    validateXHTMLcclvalidateCSS

    Segnala eventuali errori al WebMaster | RSS logo